Verso il divieto di cani a catena

Piano d’Azione: #Liberidallecatene entro il 2026

Tenere i cani legati alla catena è ancora possibile in alcune regioni italiane e in alcune aree dell’Europa e del mondo.

Dal 2021 GREEN IMPACT, FONDAZIONE CAVE CANEM e ANIMAL LAW ITALIA stanno portando avanti una campagna per l’introduzione del divieto di detenzione di cani a catena in Italia. La competenza normativa ricade sulle Regioni e, pertanto, le organizzazioni chiedono che tutte le Regioni italiane vietino la detenzione del cane a catena entro il 2026. Il primo rapporto, pubblicato nel 2021, evidenziava la presenza di una normativa efficace solo in alcune regioni laddove altre ne erano sprovviste. Dove è necessaria una legge di divieto di cani a catena:
  • Regioni che necessitano di un cambiamento normativo: Piemonte, Trentino – Alto Adige (competenza Provinciale), Val d’ Aosta, Friuli-Venezia Giulia, Molise, Calabria, Sardegna e Toscana.
  • Regioni che non hanno alcuna normativa: Liguria, Basilicata, Sicilia
Consulta la Mappa interattiva e scopri le Regioni verdi che hanno introdotto una normativa di divieto e quelle blu che hanno introdotto il divieto con delle eccezioni per motivi urgenti e temporanei. Questi sono i modelli da seguire. Noi raccomandiamo l’adozione delle normative delle Regioni verdi.

Lobby ed evoluzione normativa

Per chiedere un cambiamento normativo idoneo alle regioni

Scopri di più

Sensibilizzazione e petizioni

Per promuovere una nuova sensibilità al benessere animale

Scopri di più

Sportello segnalazioni

Per supportare pubbliche amministrazioni e forze dell’ordine

Segnala

Liberi dalle catene

Per il recupero comportamentale di cani tenuti a catena

Leggi le storie

#liberidallecatene

Firma la petizione

Amplifica la voce degli animali e reclama i loro diritti. Firma la petizione e chiedi leggi migliori per la tutela e il rispetto degli animali, dei loro bisogni e del loro benessere.

Firma ora

Normative delle Regioni Verdi e Blu

(Italia, Agosto 2022)

Clicca sulla Regione e scopri la normativa!

VERDE: Regioni italiane che vietano la detenzione di cani alla catena

BLU: Regioni italiane che vietano la detenzione del cane a catena con eccezioni per motivi urgenti e temporanei
VIOLA: Regioni italiane che hanno adottato un’Ordinanza regionale straordinaria per il divieto di detenzione dei cani a catena fino al 30 settembre.

GRIGIO: Regioni con una normativa inefficace o senza normativa


Cos’è cambiato da marzo 2021 ad oggi

La Regione Campania ha introdotto la sanzione al divieto di detenzione di cani a catena già esistente. L’assenza della sanzione rendeva di fatto inefficace la norma.

La Regione Lazio ha modificato la sua normativa sulla detenzione del cane a catena – che era tra le più desuete e inefficaci – introducendo un divieto chiaro con la sola eccezione di un motivo medico-veterinario urgente e temporaneo prescritto da un Veterinario.

Sviluppi in corso
Il divieto di detenzione di cani a catena è in via di adozione nella Provincia di Trento e in discussione nella Regione Piemonte.

copertina_intera-600x400 (1)

RAPPORTO

Verso il divieto di tenere i cani alla catena

Aggiornamento 2022

Scarica il rapporto 2022

Sostieni con noi l’introduzione del divieto di tenere i cani a catena,
in tutte le Regioni italiane.

Firma la petizione

Petizione verso il divieto di cani a catena

0
Firme raccolte

Chi Siamo

 

Quattro non profit unite per portare avanti una campagna di civiltà.

FONDAZIONE CAVE CANEM: un ente che finanzia modelli di co-progettazione, iniziative di sensibilizzazione, campagne di evoluzione normativa e pratiche di inclusione sociale per cambiare il destino e tutelare i diritti di animali in difficoltà.

GREEN IMPACT:  un’associazione che promuove pratiche trasformative ecologiche ed economiche, con l’obiettivo di conservare e ripristinare l’equilibrio del pianeta.

SAVE THE DOGS AND OTHER ANIMALS: un’associazione che ha come missione  la prevenzione del randagismo e del sovrappopolamento canino e felino attraverso la sterilizzazione e la salvaguardia degli animali da compagnia.

ANIMAL LAW: un’associazione che si occupa di ricerca interdisciplinare e azioni di advocacy per ottenere leggi eque per gli animali, al tempo stesso vigilando sulla corretta applicazione delle leggi già esistenti.

Obiettivi della campagna​

Tutti i cani #LiberidalleCatene in Italia entro il 2026!

Le nostre richieste:

Entro luglio 2022

Le Regioni a rischio incendio, senza normativa idonea di divieto, adottano un’Ordinanza regionale straordinaria per il divieto di detenzione dei cani a catena. Scarica il modello di Ordinanza.

Entro novembre 2022

Piemonte e Provincia Autonoma di Trento adottano una normativa che disponga il divieto di cani a catena.

Entro il 2026

Provincia Autonoma di Bolzano, Val d’Aosta, Friuli-Venezia Giulia, Molise, Calabria, Sardegna, Liguria, Basilicata, Sicilia  e Toscana adottano una normativa riprendendo il modello di quella adottata dalle Regioni Verdi.